Sorrento Triathlon

L’ A.S. Sorrento Triathlon nasce nel 2000, per una felice intuizione di  alcuni amici ed atleti campani, Tommaso Violano e Giacomo Vinci.

Questi giovani sportivi, già protagonisti del mondo delle gare, decisero di dar vita ad un’associazione con la quale trasmettere il loro entusiasmo agli altri atleti  e a chi volesse affacciarsi per la prima volta, alle specialità dell’atletica, e precisamente del Triathlon.

Il triathlon ha assunto nell’immaginario collettivo e, conseguentemente, nel marketing territoriale pubblicitario, la fisionomia dello sport più difficoltoso, duro in assoluto, praticato da atleti armoniosi e indistruttibili (da ironman, da uomini di ferro) ma anche completi – eclettici e poliedrici – capaci di eccellere in tre discipline differenti.

Tale immagine ha attratto l’interesse degli sportivi e dei media, desiderosi di vedere all’opera gli statuari triathleti. Inoltre il triathlon si è dimostrato molto spettacolare e telegenico, in quanto composto da una partenza, tre frazioni, senza soluzione di continuità,  con continui avvicendamenti al comando e relativa suspence, fino al termine della competizione.

L’associazione si avvale della collaborazione di Ernesto Lupacchio del Central Fitness Club di Sorrento, che, oltre ad ospitare la sede, cura, insieme ai soci fondatori, l’aspetto organizzativo delle sue attività.
Obiettivo dell’associazione è quello di diffondere la cultura dello sport a tutti ed in particolare sin dalla giovane età; riconoscere, già per i primi anni di vita, l’importanza dell’attività motoria nel processo di accrescimento, la sua utilità per un corretto sviluppo psico-pedagogico.
Seguendo questa ideologia, l’A.S. Sorrento Triathlon rinnova ormai da anni il suo programma di eventi in Penisola Sorrentina, riscuotendo sempre enormi successi.
Tra gli appuntamenti più importanti, ricordiamo le manifestazioni:
1.    “Nuoto, Corsa e…”   ( Marina Grande) Campionato Regionale Aquathlon e Campionato Nazionale Triathlon Kids
circuito Sud Italia
2.    “Meeting delle Sirene” (Marina Piccola) Campionato Italiano Nuoto mezzofondo UISP
3.    “Sorrento Campus Triathlon” (Monte Faito)  Campo estivo di formazione al Triathlon
per bambini dai 7 ai 14 anni.
4.    “Sorrento Spinning Day”  (Piazza Lauro)
5.    “Sorrento Duathlon Kids”  (Piazza Lauro/Piazza Tasso)
6.    “Fitness in piazza”  (Piazza Lauro)
7.    “Sorrento Summer Games” (Marina Piccola/Marina Grande)  Giochi a squadre in
spiaggia
8.    “Sorrento Christmas Day” (Piazza Tasso) Giochi a squadre
L’A.S.D. Sorrento Triathlon intende andare avanti a promuovere questo sport con passione e dedizione, continuando ad organizzare eventi e manifestazioni sportive su tutto il territorio della Penisola Sorrentina.

La storia di Tommaso Violano

Tra i vari appuntamenti, l’A.S. Sorrento Triathlon,  ancora una volta si è resa interprete di un evento  di successo nel campo sportivo. Dopo l’organizzazione delle numerose manifestazioni di Nuoto, Aquathlon, Triathlon e Spinning, l’associazione si è impegnata nella presentazione di un suo atleta della penisola sorrentina, Tommaso Violano, nonché presidente della suddetta associazione, per il Campionato Europeo di Triathlon, svoltosi a Francoforte il 1 luglio 2007,  nella specialità dell’ Ironman, che rappresenta, nel triathlon, la massima estremizzazione delle tre discipline, 3,8 km di nuoto, 180 km di bici e 42,2 km di corsa. Tommaso Violano ha gareggiato per i colori dell’Italia con più di 2700 partecipanti provenienti da ogni parte del mondo. In un’atmosfera di indescrivibile emozione, con un pubblico che seguiva calorosamente ogni singolo momento della gara, il nostro atleta ha tagliato il traguardo in 9 ore e 33 minuti, qualificandosi per l “Ironman World Championship” delle Hawaii.

Tommaso Violano è il primo campano nella storia a raggiungere questo risultato, nessuno mai, prima di lui, si è qualificato al campionato del mondo. I suoi allenamenti, in penisola sorrentina ed a Modena, condivisi con Stefano Baldini (Campione olimpico ad Atene 2004) e con l’allenatore della nazionale di Atletica, Gigliotti, sono serviti per raggiungere questo prestigiosissimo traguardo. Alla Gara delle Hawaii, insieme a Tommaso, nel Campionato Europeo di Francoforte,  si sono qualificati solo due italiani.

L’ “Ironman World Championship” delle Hawaii è giudicata la gara più dura al mondo e, dopo il Superbowl e le finali NBA, è l’evento sportivo più seguito dai media negli USA. E adesso che è aumentata la presenza di atleti europei, la popolarità di questa competizione si è estesa, con enorme interesse anche nel nostro continente.

Ormai il triathlon ha assunto nell’immaginario collettivo e, conseguentemente, nel marketing territoriale pubblicitario, la fisionomia dello sport più difficoltoso, duro in assoluto, praticato da atleti armoniosi e indistruttibili (da ironman, da uomini di ferro) ma anche completi – eclettici e poliedrici – capaci di eccellere in tre discipline differenti.
Tale immagine ha attratto l’interesse degli sportivi e dei media, desiderosi di vedere all’opera gli statuari triathleti. Inoltre il triathlon si è dimostrato molto spettacolare e telegenico, in quanto composto da una partenza, tre frazioni, senza soluzione di continuità,  con continui avvicendamenti al comando e relativa suspence, fino al termine della competizione.

E dopo la partecipazione al Mondiale di Ironman delle Hawaii nel 2007, il nostro “Campioncino” Tommaso,  il 7 giugno 2010, a Rapperswill, vicino Zurigo, si è qualificato ancora per un campionato del mondo.

Questa volta la gara era l’Half Ironman, (cioè tutte e tre le discipline dell’Ironman divise a metà) si è classificato 75° assoluto su 2400 partecipanti.

Il Sorrento triathlon ancora in vetta al mondo.