Juventus-Napoli: Sport o Bar Sport?

Scritto in Varie | 21 ottobre 2012

Tifiamo Juve e tifiamo Napoli. Facciamo così leggete le nostre due versioni. Diteci quale vi piace e se volete, mandateci la vostra…

Juventus-Napoli (per la versione Sport) sancisce la leadership dei bianconeri nel campionato di serie A 2012/13. Mazzarri e i suoi tengono il match in equilibrio fino a che la difesa del Napoli si perde il neo-entrato Caceres, che va a colpire indisturbato. Mancano ormai pochi minuti al 90′ e la botta arriva dritta alle gambe e alla testa di Cavani e compagni, che in pochi secondi si vedono infilati dall’altro subentrato Pogba, autore di uno splendido fendente da fuori area.

Fino a quel momento, a parte una clamorosa traversa/palo di Cavani, per il Napoli c’era stato ben poco, e si era notato soprattutto l’affanno di Maggio contro l’incredibile Asamoah, il timore per i tocchi magici di Pirlo (da Pallone d’Oro…), e un gran numero di entrate “assassine” più o meno lecite da entrambe le parti. In altre parole uno 0-0 di routine, che a Mazzarri stava benissimo. Diverso il discorso per la panchina bianconera, che anche fortunata nei cambi, per la verità li azzecca anche tatticamente, e si porta a casa tutta la posta in palio, compresa la testa della classifica.

Sul versante Napoli, rimane il dubbio Insigne e l’effettiva voglia di tentare di sbancare lo Juventus Stadium. Il 2-0 quindi risulta giusto anche se un pò pesante. Per tutto il resto, appuntamento al Bar Sport…

Juventus-Napoli (versione Bar Sport) è un evento. Non so bene come lo vivano a Torino, ma qui a Napoli, tra la maggioranza di tifosi partenopei e la chiara minoranza di bianconeri, siamo tutti concordi nel definirla la partita che nessuno vuole perdere. Il motivo, anzi i motivi sono tantissimi, e ognuna delle due parti pensa siano validi. La realtà da Bar Sport dura ben più dei 90′ del match, e la cosa bellissima è che nessuno esce sconfitto. O meglio, nessuno vuole accettare la sconfitta.

Questa volta il “disonore” del risultato tocca al Napoli, ma in fondo a chi interessa pensarci? Meglio pensare ai beceri cori razzisti dei poveracci del mini stadio torinese (juventini), o vogliamo parlare degli idioti che invece di andare semplicemente al bagno, se lo sono portato a casa (napoletani), danneggiando tutto il resto? Cari amici sportivi, che voi siate juventini o napoletani, ricordatevi di non esagerare con la stupidità, perchè il calcio è il gioco più bello del mondo, ma a forza di danneggiare (e una citazione d’onore, anzi disonore, va a quei deficenti che hanno offeso Morosini a Livorno…) finiremo per distruggerlo. Andare allo stadio è la cosa più bella che c’è, ma stiamo diventando così incivili che presto o tardi saremo costretti davanti alla Tv per manifesta inciviltà. Che c’è di più bello che rilassarsi con le chiacchiere da bar (sport), prendendo in giro l’amico sconfitto? Continuiamo a farlo senza violenza e razzismo e avremo sempre un Napoli – Juve per divertirci, e spendere qualche chiacchiera innocente al bar. A proposito, per chi non lo sapesse, ieri sera ha vinto la Juve…

Salvatore Siviero