Nuovi orizzonti per il Central