Dieta e Consigli Alimentari

Un’ alimentazione corretta ed equilibrata è un primo passo verso uno stile di vita più sano.

Lo scegliere un’alimentazione corretta dal punto di vista nutrizionale contribuisce alla realizzazione e al mantenimento dell’equilibrio psico-fisico.
Con il termine dieta generalmente si intende la dieta dimagrante, ma dieta vuol dire anche, e soprattutto una scelta attenta e varia degli alimenti benefici per il nostro organismo.

La parola dieta deriva dal termine latino diaeta, corrispondente al moderno italiano vita, intenso come modo di vivere, quindi non solo fame e sacrifici, ma cibo come elemento fondante della persona.

Sarebbe più corretto quindi parlare di corretta alimentazione, che implica l’assunzione costante dei principi nutritivi fondamentali in differenti proporzioni. La salute si conquista prima di tutto a tavola e per un atleta è una parte fondamentale dell’allenamento quotidiano.

Gli esperti consigliano di consumare almeno tre porzioni al giorno di verdure e dalle due alle tre di frutta, ricche di vitamine, fibre, minerali e poche calorie.
Al contrario invece, dolciumi e cibi fritti sono molto dannosi per l’organismo, essendo ricchi di sostanze grasse dannose per l’organismo.

Gli alimenti amici dell’organismo sono:

Proteine

Le proteine sono i principi basilari del corpo umano, scomposte nei loro elementi fondamentali per essere poi usate nel processo di creazione di nuove proteine.
Il fabbisogno giornaliero di proteine per un uomo adulto oscilla dai 0,70 ai 0,90 grammi per chilo corporeo.
I cibi ricchi di proteine di origine animale sono carni, uova, pesce, formaggio, latte o mentre tra quelli di origine vegetale non bisogna dimenticare frumento, mais, avena, orzo, riso, miglio, fagioli, lenticchie, ceci, funghi.

Grassi

Non tutti i grassi sono dannosi per l’organismo. Vediamo di fare chiarezza.
Chiamati scientificamente lipidi, i grassi costituiscono una fonte di energia preziosa per l’organismo, svolgendo una funzione prevalentemente calorica, ovvero riserve di energia in caso di necessità.
I grassi, intesi come acidi essenziali, svolgono una funzione importantissima in tutto il sistema corporeo, e la sua quantità deve essere costantemente rinnovata con il cibo.
Con il cibo si apportano per lo più trigliceridi,costituiti da glicerina e da acidi grassi (saturi, monoinsaturi, polinsaturi) e proprio in base al contenuto di questi ultimi essi si differenziano in utili e dannosi contro la senescenza; infatti mentre i primi (saturi) sono tra le cause dell’arteriosclerosi, i secondi si comportano in maniera neutra e i terzi (polinsaturi) hanno addirittura un effetto terapeutico contro i depositi di colesterolo.
I grassi possono essere riconducibili a due categorie provenienza animale e cioè burro, strutto, panna, pancetta, carni formaggi e di provenienza vegetale olio di oliva, olio di semi, margarine; i primi contengono prevalentemente acidi grassi saturi mentre i secondi hanno un contenuto prevalente (olio di mais, cartamo, vinaccioli,girasole) di acidi grassi polinsaturi o monoinsaturi (olio di oliva).

Carboidtrati

Detti comunemente zuccheri forniscono energia pronta per l’organismo. Nel momento in cui vi è un surplus di zuccheri nell’organismo, questi si trasformano in grassi e depositarsi nei tessuti.

Dal punto di vista chimico sono formati da carbonio, ossigeno e idrogeno i quali si uniscono in catene semplici o ramificate sviluppando monosaccaridi (glucosio,fruttosio),disaccaridi (lattosio,saccarosio), polisaccaridi (glicogeno ed amido). Di questi tre gruppi gli unici che possono essere utilizzati immediatamente, sono i monosaccaridi mentre gli altri devono essere prima trasformati in glucosio.

Tra gli alimenti più ricchi di glucosio si devono annoverare cereali, frutta, legumi, patate, latte, miele e zucchero.